Home / Home / La birra va in Cina
Redazione | 15 novembre 2013 | no comments

Non c’è solo il vino italiano che guarda all’enorme mercato cinese.

L’Espresso – 31 ottobre 2013

Non c’è solo il vino italiano che guarda all’enorme mercato cinese. Anche la birra made in Italy sta muovendo passi importanti per piantare bandierine oltre la Grande Muraglia. Lo sta facendo con ottimi risultati, ad esempio, Birra Castello, che ha tra i suoi marchi anche la storica Pedavena e la “agricola” Birra Dolomiti, fatta con orzo locale, coltivato ad hoc nei terreni della Valbelluna. risultato dell’incrocio tra qualità, territorialità e lungimiranza nelle politiche di export, una crescita in vistosa controtendenza del 20% del fatturato complessivo e il taglio del traguardo del milione di litri prodotti. A corollario, e per ribadire l’importanza delle radici e della filiera integrata locale – che permette di seguire e tracciare direttamente ogni tappa della produzione, dalla semina del cereale al varo della bottiglia – ecco anche i successi di Pedavena, Dolomti e castello in due paesi super birrari come Asutralia e Stati Uniti.

Antonio Paolini

Add comment

Name

E-mail

Website

Comment Submit